Pubblicato in data: 26/07/2017

Leggi l'articolo

 

La testata giornalistica locale primonumero.it  ci dedica un articolo in prima pagina in occasione del Festival del Sarà, che si è tenuto a Termoli (CB) nei giorni 25 e 26 luglio 2017. Di seguito se ne riporta un estratto.

Per questo evento la società che vanta una ventennale esperienza alle spalle, ha deciso di creare un nuovo punto di accesso gratuito al web, in piazza Duomo, in un eccellente collegamento fra l’antico dell’architettura del Borgo e il moderno rappresentato dall’importanza di essere sempre connessi al mondo virtuale.

Quindi dopo piazza Sant’Antonio, piazza Monumento, il piazzale della stazione ferroviaria e la sala consiliare del Comune, adesso anche il Borgo Antico è coperto dal sistema di connessione senza fili della AFA Systems. «Abbiamo deciso di realizzare questo hotspot strettamente collegato ai contenuti del Festival del Sarà – riferisce Angelo Gallo, responsabile marketing della società -. Inoltre abbiamo scelto di lasciare il servizio a beneficio del Comune anche dopo l’evento». Per utilizzare la rete basta una semplice registrazione on line che garantisce inoltre sicurezza nella navigazione.

«A Termoli è attivo il nostro progetto Eco Smart City che mira a dare infrastrutture di rete per interconnettere la pubblica amministrazione. Parliamo quindi di servizi IP evoluti, telefonia, gestione della rete internet, gestione in Cloud della documentazione dell’Amministrazione pubblica. I benefici sono evidenti – aggiunge il dottor Gallo – in termini di risparmi e di contenuti evoluti».

Ma AFA Systems,  non si limita a lavorare su Termoli. Tanto per fare un esempio, il progetto sul corretto utilizzo di internet e degli strumenti hardware a disposizione nelle scuole è stato lanciato in oltre 300 plessi lungo tutto lo Stivale.

AFA Systems è inoltre partner, insieme a prestigiose istituzioni fra la quali l’Università di Cambridge e la University College of London, del progetto di ricerca denominato H2020 Umobile, nel quale sta contribuendo con il proprio laboratorio di sviluppo a Termoli, sul quale transitano dati di ricercatori di tutto il mondo ed è diventato un nodo del progetto NDN (Named Data Networking), vale a dire l’architettura dell’Internet del futuro.